Homepage

La Cappella

La cappella consacrata é dedicata a San Giuseppe, tutti gli anni il giorno 19 marzo si tiene una festa in onore del Santo alla quale partecipano gli abitanti di Fontanegli.


Le funzioni religiose sono regolamentate dai parroci della zona

Il 29 Giugno, per la festa di san Pietro, Patrono del Paese, la suggestiva processione dei Cristi in onore del Santo protettore si spinge fino alla Residenza.

“La Chiesa di Fontanegli, con sette altari ed unica navata, è dedicata a S. Pietro; e di essa si ha memoria dal XII secolo. Subì un importante rifacimento nel Seicento quando venne allungata la pianta. Vi sono conservate opere pregevoli, tra le quali il trittico con “Padre Eterno, Annunciazione, S. Pietro e i Santi”, firmato da Luca Cambiaso (1577) e, nella sacrestia, i resti di affreschi del “mediocre pittore” G.B. Bianco che, a giudizio del Grosso, deturpò quelli originali di Pellegrino Piola. Il Bianco, vissuto nel XVII secolo, compose il gruppo di “S. Maria Incoronata”, posto sopra il massimo altare della Cattedrale. La facciata, bianca ed ornata di stucchi, prospetta su un ampio piazzale alberato. Ai lati del portale spiccano le statue dei santi Pietro e Paolo. Sul muro perimetrale esterno della chiesa è una targa a ricordo dei Caduti in guerra. Nell’oratorio vicino alla chiesa si trovano una “Ultima Cena” di Luca Cambiaso ed una “Flagellazione” del Pilota.

La cappella consacrata della Residenza.
Chiesa di Fontanegli.